Cracco

Cracco è un ristorante elegante di cucina italiana a carattere del mercato con servizio veloce e attento e un prezzo più di 90€. Valutazione: ottimo (4/5).

(review di www.oliopepesale.com - hReview v0.3)

cucina

Mi.To. dessert di CraccoIl ristorante propone due menu degustazione oppure una bella carta. I piatti sono estremamente curati e sapientemente bilanciati nel gusto. Cucina del mercato, del territorio, raffinata. Segnaliamo il risotto alla milanese magistralmente curato e servito con il midollo scottato alla piastra oppure le animelle di vitello croccanti. Nella foto "Mi.To.", il dessert a base di panettone e gianduja, che ha valso a Carlo il premio di Golosario 2008.
Parcheggio custodito nelle vicinanze, in Piazza Borromeo e Piazza Diaz.

chef

Carlo CraccoCarlo Cracco
Dopo gli studi e le esperienze iniziali, Carlo ha lavorato con Gualtiero Marchesi a Milano, alla Meridiana di Garlenda, a Parigi con Alain Ducasse e Lucas Carton, all'Enoteca Pinchiorri di Firenze.

cantina

Bellissima cantina climatizzata con vasta selezione di vini: chiedete di visitarla. Le etichette sono veramente numerosissime, e spaziano da vini corretti da due o tre decine di euro fino alle grandi etichette da oltre 1,000 euro. Sommelier: interim dopo che Luca Gardini ha lasciato

ambiente

Ristorante Cracco: esternoBel ristorante realizzato su due livelli nel sottosuolo: al primo, bar, guardaroba, cantina e servizi, al secondo, due sale con in mezzo la cucina. Il volume delle due sale spazia su entrambi i livelli, creando un effetto arioso. Pavimento di bei marmi, parete di fondo con richiamo alla "pierre de taille" dei palazzi parigini, le altre pareti con una boiserie dal colore caldo di essenza esotica. Illuminazione diffusa e di giusta intensità.

Il ristorante conta 65 coperti all'interno, no all'aperto; prenotazione consigliabile; aria condizionata: sì; insonorizzazione eccellente; parcheggio pubblico scarso.

Mise en table:

gestione

Locale fondato nel 2001. Gestione di Carlo Cracco (Carlo Cracco) dal 2007.

Carte di credito: POS / bancomat: sì; CartaSì / VISA / Mastercard: sì; Amex: sì; Diners: sì

Sconti:

dove

Cracco si trova in Via Victor Hugo 4 (traversa di Via Orefici),  20123  Milano  (MI),  Italia MM 
telefono:  work +3902876774fax +3902861040 , email: , website: http://www.ristorantecracco.it/

coordinate x = 45,463801, y = 9,187113 - puoi muovere la mappa tenendo schiacciato il tasto sinistro del mouse, usare i commandi di zoom e streetview, passare a vista satellite

commenti

Ci sono 24 commenti di cui 18 con valutazione ed un valore medio di 2,4 su 5:

Claudio, giovedì 19 maggio 2011 ha scritto:
Semplicemente fantastico, il re della creatività in cucina. Per me era la prima volta, abbiamo cenato nel tavolo in cucina ed è stata un'esperienza da ripetere
Da segnalare: Cozze ripiene, insalata russa caramellata » vini: Ca del bosco rosé

valutazione: 5 su 5


anonimo, giovedì 29 aprile 2010 ha scritto:
E' tutta una fregatura...meglio Risi e Bisi o una pizza...
Da segnalare: Nessuno » vini: nessuno

valutazione: 1 su 5


aldo zampetto, martedì 29 dicembre 2009 ha scritto:
essendo padovani, ergo abituati alle prodezze culinarie della famiglia Alajmo abbiamo assodato che non è possibile azzardare un confronto con Le Calandre. Nonostante ciò Cracco si è rivelato una valida opzione gastronomica, servizio rapido, decoroso e piatti ben curati
vini: san matteo 2003

valutazione: 1 su 5


Florasol, domenica 13 dicembre 2009 ha scritto:
Fuori dal mio budget, quindi me lo permetto solo una volta all'anno, ma quella volta è una vera festa del sapore. Tutto è squisito e fantasioso, ogni sapore è calibrato e delizioso. Davvero speciale, ogni volta è entusiasmante.
Da segnalare: Gelatina di caffè con panna semimontata » vini: non bevo vino

valutazione: 4 su 5


Giannis Vardinoiannis, mercoledì 4 febbraio 2009 ha scritto:
solo PR e null'altro, questo e' una specie di ristorante/museo per quelli che hanno il naso rivolto all'insu' e che magari a casa propria si godono molto piu' volentieri un panino al prosciutto.
Da segnalare: nessuno » vini: nessuno...colpa del sommelier

valutazione: 1 su 5


roberto, mercoledì 4 febbraio 2009 ha scritto:
era meglio che ti prendevi i 2000 euri mò devi aspettare i tempi della giustizia(molto lunghi) e forse una sentenza a tuo favore (e magari scoprire a giudizio finale positivo per tè che quel tizio è nullatenente).Non è mai consigliabile impuntarsi e farsi dei nemici, sempre meglio mediare.Meditare cracco, meditare! Comunque auguri per un buon esito!
Da segnalare: nessuno » vini: nessuno

valutazione: 1 su 5


Edamus, mercoledì 19 novembre 2008 ha scritto:
Stefano Buso intervista Carlo Cracco su Vinit: per leggere il testo clicca qui.

valutazione: nr su 5


anonimo, lunedì 14 luglio 2008 ha scritto:
bleah!!non andateci

valutazione: 1 su 5


cisco maria elena, venerdì 6 giugno 2008 ha scritto:
piacevole e molto accattivante il servizio qualcosa che va oltre la professionalità,per essere la prima volta ho iniziato da un menù degustazione eccellente ma soprattutto brioso e dai sapori naturali,a mio parere eccellente,lo chef...bellissimo!!!
Da segnalare: risotto con zafferano con midollo alla piastra,nuvola di mascarpone »

valutazione: 4 su 5


10-12-2007, giovedì 6 marzo 2008 ha scritto:
ambiente molto elegante-piatti innovativi-servizio di alto livello con prezzo adeguato
Da segnalare: rognone con caffe e ricci di mare » vini: secolo novo /LE MARCHESINE

valutazione: 3 su 5


monica bosco, lunedì 11 febbraio 2008 ha scritto:
il servizio è al di sotto delle aspettative, scarna la carta degli champagne, i piatti non sono all'altezza dello chef
Da segnalare: risotto allo zafferano » vini: dom perignon 1999

valutazione: 1 su 5


Fabrizio e Wally Novati, lunedì 5 novembre 2007 ha scritto:
uno staff eccellente per un locale di classe.Se non volete spendere per il vostro piacere non fatelo, le alternative sono molte
Da segnalare: tutti quelli che ho provato,solo i dolci non mi fanno impazzire » vini: su tutti Verdicchio Riserva Villa Bucci

valutazione: 5 su 5


anonimo, martedì 25 settembre 2007 ha scritto:
sou do brazil,me gostaria muito em trabalhar ai com voces.tenho esperiência e muita voltade de trabalhar ai.meu nome é Anisio Lopes.abraço obrigado

valutazione: 5 su 5


anonimo, mercoledì 30 maggio 2007 ha scritto:
grande fantasia dello chef a volte a discapito della gradevolezza degli accostamenti di sapore. servizio ottimo, abbiamo apprezzato in particolar modo la carta dei vini e i consigli del sommelier. Aria condizionata troppo forte non è stata abbassata nonostante ripetute richieste. Prezzi inauditi.
Da segnalare: rombo in crosta di cacao, spaghetti con ricci di mare mantecati al caffè »

valutazione: 1 su 5


sunto, giovedì 3 maggio 2007 ha scritto:
un'esperienza che va ripetuta, per chi si preoccupa di spendere 150 euro per una cena, lasci perdere, difficile gustare quello che cracco può offrire se si ha l'incubo (rispettabile) del costo
Da segnalare: musetto fuso di maialino » vini: nessuno

valutazione: 4 su 5


alberto, venerdì 23 marzo 2007 ha scritto:
totalmente inadeguato il rapporto prezzo/qualità-ambiente. Il "solito" ristorante strasponsorizzato, figlio di ottime PR, ma orfano di adeguatezza
Da segnalare: antipasti » vini: Krug

valutazione: 1 su 5


pommmm, martedì 11 luglio 2006 ha scritto:
servizio al disotto del prezzo, nonostante la carta dei vini ampia e molto ben fornita il sommelier non è in grado di consigliare. Il cibo è una sorta di assaggini che giocano con sapori pallidi o alquanto forti.
Da segnalare: nessuno in particolare » vini: rognoncino con i ricci di mare

valutazione: 1 su 5


Alberto, domenica 25 giugno 2006 ha scritto:
Va molto bene per chi non ha mai avuto la fortuna di gustare i sapori di materie prime veramente genuine.Rapporto prezzo-qualità privo di qualsivoglia logica.

valutazione: 1 su 5


recensione da Corriere della Sera - Milano (Valerio M. Visentin), mercoledì 16 aprile 2003 ha scritto:
"Ecco il dado di vitello, parente cubista della cotoletta: un gigante della ristorazione milanese. Lusso, senza sfarzo. Le sale sono di una eleganza misurata e severa di legni e marmi, di giacche nere e papillon, di poltroncine in pelle e vassoi argentei che appaiono e svaniscono. La bottiglia lontana dal tavolo è un vezzo ridicolo che pesa su un servizio potenzialmente impeccabile, ma in difetto di organico."
Da segnalare: "Carlo Cracco smonta, trasforma; crea, lavora di cesello su materie prime di altissima qualità. Se l'alchimia funziona, ogni boccone è magico, come per i ravioli al latte con spugnole, il risotto giallo con midollo, il petto di piccione allo spiedo. Quando il puntiglio estetico e rivoluzionario trascura le logìche del palato, il risultato è pura accademia, come peri dadi di vitello impanati, parenti cubisti della cotoletta." » vini: "La carta dei vini? E' un libro che pesa due chili e riporta almeno un migliaio di voci"

valutazione: nr su 5


Accademia Italiana della Cucina Milano Internazionale, giovedì 28 febbraio 2002 ha scritto:
Se fosse rimasto nel menu anche il petto di piccione con purée di cavalofiore e castagne sarebbe stato il trionfo di Cracco all'Accademia nel mese della kermesse del Piatto d'Arte. Questa era solo in cucina! Le dimostrazioni di gradimento e più ancora alcune pietanze e servizi "laudati" sono un rinonoscimento che la delegazione ha espresso con spontaneità alla nicchia eccellente di divertimento enogastronomico che la città offre; si tratta di uno stile personale, che si esprime soprattutto in accostamento a sapori oltre che a consistenze e all'estetica e che costituisce da quando l'uomo e intellettualmente cresciuto un inno alla buona cucina, all'esaltazione del piacere a tavola.
Da segnalare: Aperitivo con stuzzichini (viole del pensiero, bastoncini fritti, raviolo fritto, uova di salmone e crema di rafano, croquette d'uovo su puree di asparagi), musetto di maiale tiepido in insalata, Risotto con asparagi e tartufo nero, Filetto di vitello gratinato alle erbe con puree di patate e puntarelle, Midollo alla piastra con fave e cioccolato, Souffle di ricotta con salsa di lamponi, Gelatina al caffe amaro con zabajone al rum, Piccola pasticceria » vini: Spumante Metius riserva (Tn) 1995, Chardonnay Vie di Romans 1998, Domus Caia, Sangiovese riserva 1998 Farucci, Moscato naturale d'Asti Cascina Fonda

valutazione: nr su 5


Marco, martedì 20 novembre 2001 ha scritto:
Serata organizzata da Slow Food nel contesto delle "Cene dei Presìdi". Guido Berlucchi (presentata da Paolo Ziliani) e Rallo (con il giovane marketing manager, dottor Vesco) hanno sponsorizzato i vini. Un ringraziamento a Carlo Cracco per la visita alla sua cucina, con impianti impeccabili e piani di granito dai riflessi scintillanti.
Da segnalare: focaccina con cipolla rossa di Cannara, filetto di salmerino con crema di fagioli zolfini e limone candito, ravioli di robiola di Roccaverano con bottarga di Orbetello, cappone di Morozzo in "Cannavera" con lenticchie di Ustica » vini: Cuvée Imperiale Brut 1995 (Berlucchi); Grillo 1999 IGT Sicilia, Marsala Vergine Soleras 12 anni DOC (Rallo)

valutazione: 4 su 5


recensione da L'Espresso (Enzo Vizzari), giovedì 28 giugno 2001 ha scritto:
" è per ora senz'altro il più bello: moderno, elegante, sobrio, spazioso il giusto, nessun particolare lasciato al caso, pur nella non felice allocazione sotterranea. Migliore? Oggi, no. Domani chissà, anche se si mangia piuttosto bene"
Da segnalare: gamberi rossi con schiuma di latte e spezie, ravioli di mascarpone all'extravergine con pomodorini e bottarga, musetto di maiale con scampi e pomodori verdi, animella dorata con nespole, cipolle e fave »

valutazione: nr su 5


recensione da"Milano tutta da gustare" di Paolo Marchi, Ed. Il Gusto, venerdì 15 giugno 2001 ha scritto:
"Ha chiesto un anno di rodaggio per essere giudicato computamente. Di certo la cantina è vasta come la sete e il servizio premuroso. Piccolo fenomeno cresce"

valutazione: nr su 5


segnalazione da "viviMilano" Corriere della Sera, Allan Bay, mercoledì 21 febbraio 2001 ha scritto:
"finalmente a Milano, accanto all'inossidabile Aimo e Nadia, c'è un nuovo, importante ristorante"
Da segnalare: gnocchi di patate croccanti con creste di gallo e animelle, ravioli al latte di capra » vini: "La cantina propone la belle zza di 1800 vini"

valutazione: nr su 5


mostra il modulo per lasciare il tuo commento
clicca e seguici su
oliopepesale su Facebook
libri consigliati:
Flos Olei 2012 Marco Oreggia, Flos Olei 2012
Share |

oliopepesale |  home |  blog