Trattoria Tagiura

Trattoria Tagiura è un ristorante tradizionale di cucina italiana a carattere classico con servizio veloce e attento e un prezzo tra 25 e 40€. Valutazione: molto buono (3/5).

(review di www.oliopepesale.com - hReview v0.3)

cucina

ristorante di cucina casalinga curata, con eccellenti salumi e formaggi. Cucina veloce e di qualità a mezzogiorno, con prezzi e servizio che fanno impallidire i fast food; alla sera, i conti sono più salati, anche assai più salati.
bar per degustazione dei vini e assaggio di stuzzichini; aperto per la prima colazione a compensazione della chiusura serale

chef

nr

cantina

Sommelier: nr

ambiente

Il ristorante conta 130 coperti all'interno, sì all'aperto; prenotazione necessaria; aria condizionata: nr; insonorizzazione media; parcheggio pubblico comodo.

Mise en table:

gestione

Locale fondato nel nr. Gestione di fratelli Angelotti (fratelli Angelotti) dal 1963.

Carte di credito: POS / bancomat: sì; CartaSì / VISA / Mastercard: sì; Amex: sì; Diners: no

Sconti:

dove

Trattoria Tagiura si trova in Via Tagiura 5 ,  20146  Milano  (MI),  Italia MM 
telefono:  work +390248950613fax +39nr

coordinate x = 45,458011, y = 9,15024 - puoi muovere la mappa tenendo schiacciato il tasto sinistro del mouse, usare i commandi di zoom e streetview, passare a vista satellite

commenti

Ci sono 23 commenti di cui 19 con valutazione ed un valore medio di 2,1 su 5:

franco, mercoledì 17 novembre 2010 ha scritto:
serata splendida. il contesto è strepitoso. il cameriere simpaticissimo e la signora carinissima dove ci ha spiegato la preparazione dei suoi piatti e la loro genuinità. piatti abbondanti da non riuscire nemmeno a finire le portate del menù fisso. da ritornarci.
Da segnalare: formaggi, ravioli »

valutazione: 4 su 5


anonimo, mercoledì 27 ottobre 2010 ha scritto:
sono stata invitata per una cena ed i posti dove si mangia bene francamente sono altrove, oltretutto ci sono alcuni camerieri "odiosi" e poco educati
Da segnalare: formaggi » vini: montalcino

valutazione: 1 su 5


anonimo, martedì 22 dicembre 2009 ha scritto:
I piatti tipici e semplici nobilitati Dalla genuità e freschezza della materia prima. I Dolci INSUPERABILI. Il servizio perfetto con Luca. Il sorriso di Tullia Un invito a ...... ritornare.
Da segnalare: ravioli, lasagne, foiolo. verzata, culatello,strolghino. »

valutazione: 4 su 5


anonimo, giovedì 28 agosto 2008 ha scritto:
Si deve distinguere: la sera prezzo alto per un menù fisso e di porzioni decisamente scarse (occorre inoltre prenotare), ma la qualità è ottima. A mezzogiorno: menù vario, porzioni abbondanti e prezzi decisamente onesti (inferiori a tutti i ristoranti/pizzerie della vicina Zona Marghera). Sarebbe auspicabile un'accoglienza più calorosa...
Da segnalare: cotoletta, piatto vegetariano, primi e dolci »

valutazione: 3 su 5


lauratatjana, domenica 22 giugno 2008 ha scritto:
il menu degustazione è una vera gioia per il palato. ambiente estremamente piacevole e servizio cordiale.
Da segnalare: formaggi e dolci di grande pregio. »

valutazione: 4 su 5


anonimo, giovedì 3 gennaio 2008 ha scritto:
Buon ristorante per pranzare anche se spesso la maggiorparte dei piatti contengono troppe calorie. Ambiente carino e camerieri gentili. Nota di demerito per i proprietari che spesso alla cassa risultano troppo attaccati ai soldi, guai ad avere un tuo collega non attaccato a loro che non abbia pagato( TUTTO CIò ANCHE CON I CLIENTI ABITUALI)
Da segnalare: gnocchi al ragù, cotoletta alla carrettiera, pizzoccheri »

valutazione: 1 su 5


ANONIMO, venerdì 16 novembre 2007 ha scritto:
non c'è una corretta corrispondenza tra quello che si mangia (piatti poco sostanziosi) ed il prezzo richiesto. Sala bella ristorante molto accogliente peccato per il frettoloso servizio svolto dai camerieri. Con un servizio migliore si sarebbe potuto sorvolare sul prezzo.
Da segnalare: BUONA CUCINA »

valutazione: 1 su 5


anonimo, martedì 17 luglio 2007 ha scritto:
ristorante molto bello e riservato,personale ottimo solo in alcune sale a mezzogiorno scorbutico e presuntuoso il servizio della sala giardino e della sala divani dalle due cameriere pricipali..menu serale abbastanzanza soddisfacente,ma 92euro in due x un menu fisso dove mangi veramente poco e il vino a parte sparte nelle caraffe sembra esagerato.
Da segnalare: cotoletta alla carattiera, linguine allo scoglio » vini: nero d'avola

valutazione: 1 su 5


anonimo, venerdì 8 giugno 2007 ha scritto:
Accoglienza fredda e scortese al bancone dell'ingresso. Ambiente carino, ma alla sera i tavolini per due sono piccoli. Cucina buona, ma la scelta del vino è imposta prima di conoscere il menu che è esposto solo a voce

valutazione: 1 su 5


IVANA, martedì 27 febbraio 2007 ha scritto:
ACCOLTI DA UNA SPLENDIDA SIGNORA E ACCOMPAGNATI IN UN AMBIENTE RASSERENANTE. QUI E' ANCORA POSSIBILE TRASCORRERE UNA SERATA DAVVERO PIACEVOLE...CHE DIRE DI PIU'?
Da segnalare: TUTTI »

valutazione: 5 su 5


anonimo, martedì 24 ottobre 2006 ha scritto:
ambiente molto carino,servizio veloce,prezzi accessibili,ottimi vini ma un cameriere insopportabile...

valutazione: 1 su 5


anonimo, mercoledì 17 maggio 2006 ha scritto:
ci volevo andare ma se il prezzo e' di circa 46 euro per un menu' fisso non mi vedono di sicuro bye

valutazione: 1 su 5


anonimo, venerdì 10 febbraio 2006 ha scritto:
46 euro a testa per una cena praticamente a menù fisso mi sembra un pò caro.....

valutazione: 1 su 5


recensione da viviMilano del Corriere della Sera, mercoledì 7 dicembre 2005 ha scritto:
ATMOSFERA L'allestimento natalizio punta sul rosso nelle sale di gusto retrò: il rosso trasparente dei paralumi e quello vellutato delle stelle di Natale. Per il resto, è di scena la solita atmosfera conviviale e borghese.
PREZZI Si cena con un prezzo fisso da 35 euro, vini a parte
Da segnalare: CUCINA Un piccolo e prezioso templio della tradizione lombardo-emiliana. Si cena soltanto al giovedì e venerdì, prenotando per tempo. Meravigliosa è l apasta fresca, vera specialità della casa: i ravioli di magro, i marubini o i pisarei e fasoeu. Ma va benone anche con le minestre (quella di funghi patate porro e limone, per esempio), con il filettino di maiale con glassa di fragole e castagnaccio, con il tagliere di formaggi. »

valutazione: nr su 5


martufella, lunedì 21 marzo 2005 ha scritto:
Ottimi piatti fatti in casa, dall'antipasto al dolce, non delude mai! Pochi piatti ma scelti e cucinati con cura e attenzione. Prezzi imbattibili (ma solo a mezzogiorno).
Da segnalare: Testaroli, gramigna e cotoletta alla carrettiera »

valutazione: 4 su 5


tulipa, giovedì 3 marzo 2005 ha scritto:
piacevole e accogliente
Da segnalare: trenette »

valutazione: 1 su 5


anonimo, martedì 23 novembre 2004 ha scritto:
Aspetto del ristorante gradevole. Personale semplice e giovanile. Menù ricco anche se non troppo ricercato. Come nota conclusiva un elogio alla numerosa ed ottima qualità dei dolci.

valutazione: 4 su 5


mara, domenica 19 settembre 2004 ha scritto:
Servizio veloce e porzioni abbondanti. L'ambiente è davvero grazioso.
Da segnalare: risotto al curry e tiramisù alla frutta »

valutazione: 2 su 5


Gianluca, sabato 19 giugno 2004 ha scritto:
85 euro per due persone per una cena a menu fisso e vino della casa sono veramente troppe.
Da segnalare: antipasti »

valutazione: 1 su 5


Pippo Baudo, venerdì 21 novembre 2003 ha scritto:
Peccato per le cameriere con la barba
Da segnalare: nessuno » vini: il VOV

valutazione: 1 su 5


recensione dal Corriere della Sera, edizione di Milano (Valerio M.Visintin), mercoledì 23 ottobre 2002 ha scritto:
"Le meraviglie della signora Tullia - Cucina tradizionale interpretata con passione e ad alto livello per due sere soltanto alla settimana […] Tre sale nascoste dietro il bancone di un bar. L'arredo è un miscuglio di stili, come per certe case di campagna che radunano gli scarti delle prime case. Il risultato è comunque piacevole ed è percorso da un alone di nobiltà disponibile e familiare. Prenotare sempre. […] Si paga un "fisso» da 31 euro, bevande escluse"
Da segnalare: "Un menu ristretto, declamato a voce dalla signora Tullia. I primi piatti sono una meraviglia, un virtuosismo di cucina tradizionale. Specie le paste ripiene come i ravioli di stracotto con salamella o i ravioli di grana in brodo di carne. Si scende di un gradino appena tra i secondi che seguono la stessa linea di confine tra Lombardia e Emilia (stinco al forno, arrosti, ossobuco con gremolada, pollo di Miroglio in mille modi). Ottima la selezione dei formaggi." » vini: "Non ci è stata data una lista scritta, Grave lacuna"

valutazione: nr su 5


recensione dal Corriere della Sera, edizione di Milano (Alex Guzzi), venerdì 15 febbraio 2002 ha scritto:
"Un angolo di relax, con piatti creati con amore e gusto della ricerca, ottimi vini e bell'ambiente. [...] Un bar enoteca che la passione e la professionalità dei titolari, di origine piacentina, hanno trasformato in uno dei più apprezzati ritrovi in città. Quattro sale accoglienti, dove si pranza a mezzogiorno (fino alle 16), o più tranquillamente la sera del giovedì e venerdì (solo prenotando)."
Da segnalare: "Regista in sala e in cucina, Tullia Angelotti raccoglie ispirazioni gastronomiche e ingredienti rari che affida alle mani di un collaudato team femminile e al proprio estro creativo. Ogni giorno affettati doc e paté maison (con stupenda gelatina di Moscato), pasta fresca (marubini cremonesi, testaroli della Lunigiana o gramigna verde), zuppa di fagioli d'Albenga e carni di stagione (bolliti, brasati), ma soprattutto una curatissima, selezione di formaggi abbinata a confetture, miele e fichi. Trionfale finale con dolci. " » vini: "Carta ricca e intelligente e ottimo rosso sfuso di Puiatti"

valutazione: nr su 5


recensione da"Milano tutta da gustare" di Paolo Marchi, Ed. Il Gusto, venerdì 15 giugno 2001 ha scritto:
"bar, enoteca e trattoria presa d'assalto a pranzo"
Da segnalare: marubini, gnocchi, risotti, minestroni, tagliatelle »

valutazione: nr su 5


mostra il modulo per lasciare il tuo commento
clicca e seguici su
oliopepesale su Facebook
libri consigliati:
Flos Olei 2012 Marco Oreggia, Flos Olei 2012
Share |

oliopepesale |  home |  blog