controllare il peso

alimentazione  italiana

PulcinellaMangiare bene non vuol dire solo gustare piatti eccellenti e  accompagnarli con una bella selezione di vini, ma anche creare i presupposti per poterlo fare per tanti anni, senza creare situazioni in cui il proprio corpo viene esposto a rischi importanti che possono poi dar spazio a malattie anche gravi.

Il Ministro della Salute, Prof. Sirchia, riassume nella parola "frugalità" la guida ad un comportamento corretto: certo, non è una prospettiva incoraggiante per chi ama la buona tavola. Può meritare allora entrare un po' più nel merito delle linee guida che aiutano a mangiare bene e a lungo.

 
  Le Linee Guida per una Sana Alimentazione Italiana, tracciate dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e dall'Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione esprimono il decalogo da seguire con coscienza ed attenzione:
  • controlla il peso e mantieniti sempre attivo
  • più cereali, legumi, ortaggi e frutta
  • grassi: scegli la qualità e limita la quantità
  • zuccheri, dolci bevande zuccherate: nei giusti limiti
  • bevi ogni giorno acqua in abbondanza
  • il sale? Meglio poco
  • bevande alcoliche: se sì solo in quantità controllata
  • varia spesso le tue scelte a tavola
  • consigli speciali per persone speciali
  • la sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te
   
#1 controlla il peso pasticceria napoletanaIl punto di partenza è guardarsi allo specchio e fare un bilancio della situazione: siamo in forma o no? Un eccesso di grasso è pericoloso, per il rischio d'insorgenza di varie malattie, tra cui la cardiopatia coronarica, il diabete, l'ipertensione ed alcuni tipi di cancro. A parità di peso, è più rischioso il grasso distribuito sul tronco.

Altrettanto preoccupante è un'eccessiva magrezza: cala la resistenza alle malattie infettive, si indeboliscono le ossa.

   
  Non entriamo nel merito di come si dimagrisce (o ingrassa), ma  una vita fisicamente attiva è un presupposto fondamentale per mantenere il peso nella norma. Per eliminare una fetta di torta farcita con la crema, come quelle della foto qui sopra, bisogna farsi  una camminata di due ore!
   
  Un metodo per valutare il proprio peso è l'Indice di Massa Corporea (IMC). E' uno strumento pratico, anche se va utilizzato nel contesto (a parità di peso, una persona può essere uno sportivo tutto muscoli o un obeso).  La misura è semplice:

peso (kg) / altezza2 (m)

esempio, per una persona di 1,80m e 80kg:

80 / (1,8 x 1,8) =
80 / 3,24 =
24,69

  il risultato si valuta in base alla seguente tabella:
categoria IMC
magrezza grave < 16,0
magrezza moderata     16,0 - 17,0
sottopeso 17,0 - 18,5
normopeso 18,5 - 25,0
sovrappeso 15,0 - 30,0
obesità moderata 30,0 - 40,0
obesità grave > 40,0
 

La tabella è riferita agli adulti.

   
  A questo punto, mano alla calcolatrice e autocritica. Continueremo prossimamente con cereali, legumi, ortaggi e frutta.
   
Articolo pubblicato lunedì 1 novembre 2004 da oliopepesale.
archivio articoli
in questa sezione:
libri consigliati:
Flos Olei 2012 Marco Oreggia, Flos Olei 2012
Share |

oliopepesale |  home |  blog