cucina cremasca

 

 
  riceviamo dal webmaster di www.cucinacremasca.com e volentieri pubblichiamo
   

La cultura gastronomica del territorio cremasco affonda le proprie radici, particolare abbastanza comune tra le cucine della pianura padana, nelle tradizioni contadine e trae spunti e vigore dalle varie vicissitudini che questo territorio di notevole importanza strategica ha vissuto a partire dall'epoca dei Liberi Comuni.

A Crema troverete una cucina caratterizzata dalla presenza di pregiati animali da cortile come l'anatra e l'oca e dal largo uso del maiale, questi sono animali che erano sempre presenti nelle grandi cascine del cremasco e a cui, seppur con tutti i limiti della mezzadria, avevano accesso i contadini; dell'oca e dell'anatra, così come recita il famoso proverbio sul maiale, non si butta via niente ed infatti troviamo ricette sia per il collo che per il grasso di questi pennuti. La vera specialità ed al tempo stesso sorpresa per i buongustai sono i tortelli; i tortelli sono il piatto delle feste e vengono preparati secondo una ricetta che negli anni ogni famiglia ha provveduto a personalizzare pur mantenendo gli ingredienti base; i "turtei",come vengono chiamati in dialetto, sono fatti con una pasta povera di sola acqua e farina che andrà a formare dei sacchettini chiusi pizzicandoli dolcemente in cui è stata chiusa una pallina di ripieno; la farcitura è alquanto particolare essendo composta da cedro candito, amaretti scuri, uvetta, mostaccino (biscotto locale, speziato), formaggio grattugiato e noce moscata.Questi grandi protagonisti della tavola riflettono appieno il significato di prodotto tipico essendo preparati solo ed esclusivamente nei 54 comuni che compongo la Diocesi di Crema. Per valorizzare i tortelli ogni anno nella settimana di Ferragosto si tiene la Tortellata che attraverso la vendita dei tortelli raccoglie fondo per la beneficenza. Nei mesi di Ottobre e Novembre alcuni ristoranti cremaschi danno vita alla Rassegna "A tavola con la tradizione cremasca", quest'anno giunta alla decima edizione, che permette a tutti i buongustai di poter conoscere i sapori del territorio preparati ad arte con una passione particolare per tutto ciò che rappresenta la propria terra.

   

ricetta dei tortelli

Ingredienti per 6 persone:

La pasta:
1 kg di farina bianca
1/2 litro circa di acqua calda
sale

Il ripieno:
300 g di amaretti scuri GALLINA
100 g di uvetta sultanina
50 g di cedro candito
un mostaccino
70 g di formaggio grana
un bicchierino di marsala
due pastiglie alla menta
un uovo
sale e noce moscata

Procedimento:
tritare finemente gli amaretti, le mentine ed il mostaccino; aggiungervi l'uvetta, precedentemente ammollata in acqua, e il cedro, ridotti in poltiglia e continuando a mescolare aggiungervi tutti gli altri ingredienti. Una volta ottenuto un composto omogeneo mettetelo a riposare, coperto da un canovaccio, per un giorno intero; preparate la pasta e stendetela in una sfoglia fine, ritagliate dei dischetti, disponetevi sopra una nocetta di ripieno e chiudeteli a mezzaluna pizzicandoli. Mettete i tortelli a bollire per 10 - 12 minuti in abbondante acqua salata, scolateli e conditeli con burro, salvia e una generosa presa di formaggio grana.

   

links

www.cucinacremasca.com
   
Articolo pubblicato giovedì 1 agosto 2002 da www.cucinacremasca.com.
archivio articoli
in questa sezione:
libri consigliati:
Flos Olei 2012 Marco Oreggia, Flos Olei 2012
Share |

oliopepesale |  home |  blog