MangiarBere-10-§05

   
 

Il gemellaggio dei Mercati Generali di Milano e di Melbourne

Interventi di saluto

4 luglio 2001, Milano

Nella sala del Consiglio al Palazzo dei Giureconsulti al tavolo delle autorità:

Dott. Simonpaolo Buongiardino, Presidente di SO.GE.MI.

Mr. Michael Tindali, Console Generale dell’Australia

Dott. Roberto Predolin, Assessore al Commercio del Comune di Milano

Dott. Massimo Zanello, Assessore all’Industria della Regione Lombardia

Dott. Giorgio Viganò, in rappresentanza della CCIA di Milano

Mr. Geoff Webb, Presidente della Melbourne Market Authority

Mr. John Mignano, Presidente della Cam. di Comm. Italo Australiana di Melbourne

Mr. Bob Penter, CEO - Melbourne Market Authority

Mr. Henry La Motta, Secr. Gen., It. Chamber of Comm. and Ind. in Australia, Melbourne Inc.

Dr. Vincenzo Lo Scalzo, Del. Milano Internazionale, Accademia Italiana della Cucina

 

Il Dottor Buongiardino presiede la riunione, presenta le commissioni e ringrazia il Dr Paolo Sacchi di Promos e il Dr Amedeo Poggi del Gabinetto del Sindaco per la intensa collaborazione prestata.

Mr. Geoff Webb testimonia il privilegio di sottoscrivere l’accordo di gemellaggio tra i due enti pubblici e si augura che l’amicizia tra i protagonisti nata spontaneamente negli ultimi sei mesi possa dare importanti frutti di reciprocità di rapporti e di scambi.

Hanno risposto al saluto di Mr Webb il Dr Poggi e il Dr Sacchi.

Mr Tindall, console generale a Milano ha messo in evidenza che la conoscenza dell’Italia in Australia non è molto diffusa salvo che su tre temi: la buona cucina, il calcio, le automobili. Si è soffermato sulla opportunità di stimolare maggiori occasioni di contatto e si ritiene privilegiato di potere utilizzare lo strumento di questo gemellaggio attraverso la diffusione reciproca di prodotti tipo dei due paesi.

Lo Scalzo, a nome della Delegazione di Milano Internazionale e di quella di Melbourne porta il saluto delle due delegazioni e i sinceri auguri della Accademia Italiana della Cucina. Ricorda all’inizio degli anni 90 la visita ai mercati generali e a quelli rionali di frutta e verdura che due tra i più rinomati giornalisti di gastronomia australiani, accademici, fecero a Milano su suggerimento del Delegato di Melbourne dott. Cav. Luigi Di Santo, divulgatore in Victoria della tradizione e della cultura gastronomica italiana. L’impressione di Terry Durrack e Sally Mc Gill fu entusiasta e vennero pubblicati vari articoli su riviste australiane e internazionali sulla ampia disponibilità di prodotti tipici a Milano da ogni lembo del territorio e sulla qualità del suo mercato ortofrutticolo del tempo, oltre che sulla validità della ristorazione milanese (Aimo e Nadia, Osteria del Ponte, Gualtiero Marchesi) bene affermata in ambito internazionale. Era in corso im quegli anni il cambiamento di stile che mise ancora in migliore luce la verità della cucina di Aimo e Nadia e la fantasia degli altri due protagonisti.

Lo Scalzo ha ricordato l’opera di divulgazione culturale che l’Accademia Italiana della Cucina compie anche all’estero in armonia con le autorità locali di rappresentanza e si augura che la favorevole alternanza delle stagioni nei due paesi, contando sulla base di esperienze provenienti dalla stessa tradizione italiana possa giocare in tempo di globalità alla disponibilità di materie prime di simile struttura in stagioni tra loro incrociate.

Onore e auguri quindi all’esito insperato di questa amicizia che in accademia si è consolidata con rapporti stretti tra le due delegazioni e che ci auguriamo sia foriera di iniziative di supporto anche fra le parti impegnate nel loro business.

Il Dottore Predolin per conto del Comune di Milano pone al primo posto il valore culturale dello scambio che si accompagna a quelli commerciali nel settore dell’alimentazione.

A tavola si appianano i contrasti e lo strumento del convivio rappresenta da sempre un viatico alla maggior parte degli accordi anche tra contraenti di tradizioni estranee una all’altra; nel caso dell’Australia basta leggere i nomi di molti dei componenti della commissione per capire che la partecipazione italiana al paese si è consolidata con il lavoro, la crescita e uno sviluppo apprezzato dalle varie componenti etniche che vi hanno partecipato.

Sono intervenuti quindi Mr John Mignano per la Camera di Commercio Italiana a Melbourne, il Dr Viganò per la Camera di Commercio di Milano, il Dr Zanello in rappresentanza della regione Lombardia, e quindi viene presentato l’accordo dal Dott. Buongiardino e da Mr Penter che viene firmato e testimoniato da Mr. Webb e dall’assessore Dr. Predolin.

Subito dopo la firma e la consegna di doni e ricordi della cerimonia.

Con il consenso del Presidente Bongianino, l’Accademia richiama l’attenzione sul significato culturale di Milano, patria del riso italiano e capostipite della cultura dei "risotti" di cui il successo in Australia è testimoniato da alcune centinaia di tonnellate di importazioni di riso di altissima qualità: ai signori Webb, Mingano e Penderò vengono consegnate alcune copie di "Oryza", antologia sul riso della AIC milanese, e una pubblicazione sulla tradizione lombarda di cucina del riso edita per conto della Regione al Salone dei Sapori della Fiera di Milano oltre a una cartella contenente informazioni della Rivista dell’Accademia.

Gastronomia

La cerimonia della firma ha avuto a epilogo un buffet di specialità australiane, a cura del Consolato Generale di Milano che ha chiamato all’opera Mr Peter Lortz che dal Stephanie’s di Melbourne ha approdato alla Tuscan Cooking School con Stephanie Alexander e Maggie Baer.

Da due anni collabora a una azienda agricola Toscana, ma è residente a Milano ove opera come consulente del Consolato americano e del Benvenuto Club di Milano.

 

Crostini di "macadamia nut sambal, avocado e coriandolo"

Salata di aragosta del mare roccioso del sud con condimenti sud est asiatici

Lombo di canguro al forno con legumi al forno e radicchio condito con salsa di vino rosso e succo di frutti di pepe (native pepper berry jus)

Frutta estiva sbollentata in sciroppo di mirtillo con noce di macadamia croccante e cioccolato

Vini:

Chardonnay Stonier 1998, Penicola di Mormington, Victoria

"Il briccone" Shiraz San Giovese 1999, Primo Estate, Colli di Adelaide, Australia del Sud

Nota

Specialità australiane descritte nel ricettario Big Country: Letra di Lina Cogolo & C sas

via Venezia 17 - 54036 Marina di Carrara (Ms)

Tel 0585 631318 e fax 784504

- Filetto di canguri ai capperi

- Fettine di canguro "scottadito"

- Medaglioni di canguro al pepe verde

- Scaloppine di canguro al limone

- Polpette di canguro

- Stufato di cinghiale australiano

- Insalata balsamica di prosciutto di canguro

- Focaccette con prosciutto di canguro e panna acida

- Arrosto fumé di canguro alla griglia

- Pizza e focaccia all’arrosto fumé di canguro

- Cotolette di pollo e macadamia

- Pesto australiano

- Biscotti alla macadamia

- Gelato alla pesca e macadamia

 

Menu italiano per un mese a Pechino

Chang An Club

L’amico Lino Giudici, noto personaggio della comunita itliana di Pechino, da oltre 20 anni, nella sua intensa attività non solo di lavoro ma anche di relazione con l’ambiente cinese, è socio del prestigioso Chang An Club ed è stato chiamato a dare il suo contributo alla definizione di un menu italiano per tutto il mese di luglio per il ristorante "Napoli" del Club.

Non ci ha pensato su e si e rivolto a Milano Internazionale...

From: "Chang An Club - Beijing" <info@changanclub.com>

To: "Lino Guidici" <lino@public.bta.net.cn>

Sent: Wednesday, May 30, 2001 12:23 PM

Subject: Italian Menu

 

Dear Mr Guidici

It was a pleasure talking with you this morning, and I am very pleased that you can offer your assistance in checking the Italian language on our Italian Menu. As mentioned, there is no real hurry, and I would only need the menu (with any corrections) back around Wednesday next week (6 June).

Mr Guidici, I thank you for your support and look forward to seeing you again at the Club soon.

Kind regards

Tony van Gevelt

General Manager

Chang An Club

10 East Chang An Avenue

Beijing 100006, P.R.C.

Tel: [86-10] 6522 9988

Fax: [86-10] 6522 7029

mailto:tvg@changanclub.com

http://www.changanclub.com

 

Beijing's Finest Members Only Club

Managed by CCA International

Member of International Associate Clubs [IAC]

http://www.iacworldwide.com

 

Per il divertimento di questa Newsletter e per altre occasioni che vi potessero capitare, o per correggere il mio contributo, ecco il risultato della revisione, che ho mandato al direttore Tony van Gevelt... che ha ringraziato personalmente e ufficialmente per l’aiuto...

Il testo stampato sulla elegante newsletter del Chang An Club di luglio, a colori, invita a una cena di gala per il 20 luglio moderno e accattivante da accompagnare con vini Bersano 1992, Settesoli Porta Palo Bianco N.V., Frescobaldi Pomino Bianco 1999, Banfi Cantine Montalcino 1997, Bersano Moscato d’Asti N.V.:

 

Canapes on arrival

Salad of scallops, shrimps and mushrooms with lemon oil dressing

Potato and leak cream soup with crab meat

Rainbow sorbet

Veal medallion with foie gras and Marsala sauce

Tiramisu

Coffee with Italian biscuits

... We like to share with you a very nice compliment about our Italian menu, made by Mr Enzo L Scalzo, a highly regarded executive at the Italian Academy of the Cuisine and writer of Italian food related books. Mr Enzo Lo Scalzo and Member Mr Lino Giudice assisted the club in reviewing the menu...

Il testo delle correzioni e commenti è in Appendice come allegato C.

   
Articolo pubblicato lunedì 20 agosto 2001 da Enzo Lo Scalzo.
archivio articoli
in questa sezione:
libri consigliati:
Flos Olei 2012 Marco Oreggia, Flos Olei 2012
Share |

oliopepesale |  home |  blog