cena ecumenica del Giubileo

   

AIC: Accademia Italiana della Cucina, Delegazione di Milano Internazionale - L'Accademia è un'associazione senza fini di lucro costituita allo scopo di tutelare le tradizioni della cucina italiana. Quest'area di oliopepesale veste i colori dell'Accademia per ospitarne le attività e cercare di dare accesso al bagaglio di conoscenza ed esperienza che l'Accademia ha costituito in 50 anni di attività a tutti coloro che amano le nostre tradizioni gastronomiche

Accademia Italiana della Cucina
Delegazione di Milano Internazionale

   

zuppa del pellegrino

A nome delle due delegazioni di Milano e del Parroco di S. Maria alla Incoronata di Milano vi informo che la cena ecumenica del 24 Novembre, che tutte le Delegazioni in Italia e all'estero "in qualsiasi continente e a qualunque latitudine" sono chiamate a celebrare con la "Zuppa del Pellegrino" che l'Accademia Italiana della Cucina, a conclusione del ciclo di manifestazioni giubilari promosse nel quadro dei festeggiamenti del Giubileo 2000, avrà luogo nel monumentale complesso della stessa Chiesa e convento della "Osservanza agostiniana alla Incoronata".

Nel particolare significato simbolico dell'iniziativa viene messo in evidenza quello culturale della radice comune della tradizione della "mensa" nell'antico e nuovo Testamento che ha accompagnato la storia dell'uomo e in particolare del cristiano, in cui la "zuppa del pellegrino" , col pane e col vino, vuole rappresentare un momento ideale di comunione, fraternità, amicizia e civiltà.

A maggiore significatività della sede che le due delegazioni hanno cercato e la parrocchia di S. Maria alla Incoronata ha consentito di disporre sta la volontà di riunire in un evento umilmente simbolico anche rappresentanti delle autorità religiose e civili della città, per una diffusione della conoscenza del patrimonio della Incoronata. Sede del convento agostiniano voluto dall'arcivescovo Gabriele Sforza, dalla sua famiglia e dal Ducato di Milano, esso era dedicato a costituire un importante punto di riferimento culturale e religioso per i cittadini e rendere più accogliente l'assistenza religiosa, urbana e umanistica a ogni visitatore che varcasse la porta Comacina, proveniente dal Nord fin dal medio evo. La chiesa, terminata nel 1459, venne autorizzata alla concessione di indulgenza apostolica plenaria perpetua in occasione del Giubileo del 1460 e nella festa di San Nicola di ogni anno a seguire con bolla di Pio II, la cui trascrizione notarile e conservata all'Archivio di Stato di Milano; essa ha compreso anche una delle più rinomate biblioteche umanitarie del periodo che, nel 1606, ha ceduto la più importante parte del suo patrimonio alla nascente Biblioteca Ambrosiana di Milano, dove vengono gelosamente conservati 124 libri e 93 documenti dei Capitoli generali della Congregazione. La biblioteca e splendido ricupero da pochi mesi di un laboriosissimo restauro architettonico e di decorazione interna.

La Delegazione di Milano Internazionale, sostenuta da quella di Milano, della Accademia Italiana della Cucina, intende costituire un momento di comunione dedicato al ricupero dei valori delle tradizioni ambrosiane di stretto rapporto tra popolazione, autorità civili e religiose attraverso la riscoperta di valori religiosi e laici che il Giubileo 2000 consente e che l'Accademia Italiana della Cucina, in prossimità del suo primo cinquantesimo di fondazione, proprio a Milano, ha sviluppato in una serie di sei manifestazioni e convegni in Italia che hanno toccato gli aspetti più significativi dello scenario che caratterizzava le tappe di pellegrinaggio nella secolare storia dei Giubilei.

Enzo Lo Scalzo, Delegato di Milano Internazionale

   
  vai alla pagina della serata giubilare alla Incoronata

 

 
Articolo pubblicato sabato 24 novembre 2001 da oliopepesale.
archivio articoli
in questa sezione:
libri consigliati:
Flos Olei 2012 Marco Oreggia, Flos Olei 2012
Share |

oliopepesale |  home |  blog