Artedamangiare 2003: introduzione al programma 2003

   
  Cari accademici e amici di Milano Internazionale, con questo mese, oltre alla tradizionale conviviale di monitoraggio in questa occasione dedicata alla tradizionale cucina pugliese, cucina che in ogni occasione di proposta è legata a territori diversi tra loro ma legati da una tradizione che si tramanda di bocca in bocca e con adattamenti quasi automatici all'ambiente e agli ospiti che possono fare sorgere frequenti contrapposizoni di gusto, inizia la kermesse del Piatto d'Arte con l'Umanitaria e Arte da Mangiare. L'appuntamento con i Rutigliano, a Milano da "Mamma Lina" quasi quanto la stessa nostra Accademia, è occasione di incontro con una cucina casalinga la cui evoluzione rappresenta un frammento della storia della ristorazione milanese. La famiglia Rutigliano ci è nota indirettamente attraverso la sua attiva partecipazione a manifestazioni della nostra delegazione al Salone dei Sapori e all'Artigiano in Fiera, alla esecuzione della festa al Giubileo e Cosimo Rutigliano e la famiglia meritano una visita ufficiale. Per i Rutigliano è motivo d'orgoglio la proposta fatta. Per noi quello di conoscere cucine poco caratterizzate da notorietà e divulgazione. Non potremo essere più di quaranta. Piero Romano e il Delegato si confronteranno con i Rutigliano nella rappresentazione dei costumi e sapori. Con gli artisti di AdM il primo incontro e con la scuola futurista di Carmine Caputo di Roccanova. I nostri accademici accoppiati sono Nicola Barbera, Renato Patetta ed Egle Scopinich. E' una serata importante per il movimento futurista in pieno rilancio e per il rinnovamento di un dinamico atteggiamento di anti-tradizione del pensiero e dell'azione artistica. L'anno scorso fu memorabile il giuramento di Carmine Caputo di Roccanova per un impegno importante per il centenario del Manifesto. Quest'anno non mancheranno nuove proposte e iniziative, anche nel corso della serata. Il Menu studiato è pienamente aderente al movimento. Certamente sarà un divertimento fuori dalle righe... Una ventina di accademici saranno i benvenuti da parte della nutrita schiera di artisti che simpatizzano con il movimento. Topylabrys, alias Ornella Pilluso, è la fondatrice di Arte da Mangiare. Gli accademici sono Franco Barbieri Hermitte, Enzo Lo Scalzo e Piero Romano. Al suo "Pacco d'artista" è dedicato l'intero menu che si richiama al concetto di "Con-servazione" nella forma, più che nella sostanza gastronomica che mira a una cucina di ricerca e di significato culturale che Silvio De Angeli ama proporre alla sua fedele clientela che l'elegante agriturismo de Il Visconte è già stato capace di proporre alla nostra delegazione. Si prospetta una conviviale arricchita e capace di arricchire sensazioni del gusto e sollecitazioni artistico-culturali. Una ventina di accademici troveranno la calorosa accoglienza di un ambiente a "scatole" suggestivo e confortevole. Vi prego di attenervi alle date previste di prenotazione nella singola proposta gastronomica allegata, sia per i tempi che per interventi sul numero di partecipanti previsto. Mi auguro che quest'anno, con una diluizione delle serate più articolata nel tempo - la kermesse si svolgerà fino a tutto maggio - la maggior parte della delegazione si diverta a una proposta che di volta in volta i gruppi di lavoro - accademici e artista - propongono con entusiasmo e con amore per cultura, arte e gastronomia. Non manca qualcuno che si chieda di costituire un comitatino per la gestione di un premio, all'opera d'arte, alla ricetta: forse potrebbe essere occasione di festa un progetto da inserire nella manifestazione ai primi di giugno sugli Angeli... in cucina, il nostro divertimento annuale... A presto. Avremo occasione di risentirci. Grazie a tutti per una encomiabile collaborazione a cui sta partecipando oltre mezza delegazione... solo per contare i numeri. Penso, anche se non ci viene dato merito, che queste nostre proposte siano accolte come un corollario alla festa dei 50 anni di età della Accademia. Buon compleanno a tutti! Enzo Lo Scalzo Situazione del programma in corso di attuazione per la presentazione al pubblico del PIATTO D'ARTE 2003 da parte della Delegazione di Milano Internazionale della Accademia Italiana della Cucina e di ARTE DA MANGIARE, MANGIARE ARTE. 5 febbraio 2003

Artista

Accademici

Opera

Ristorante

Data della conviviale

Stefania

Dameri

Capsoni, Bertolotto, Clemente

"Nove", olio acrilico su tavola

" Conservazione"

Osteria Caveva,

via Cenisio, Milano

18 marzo

Maria Luisa Imperiali

Mattioli,

Moscheri, Castiglioni

Globo terrestre in

metacrilato

Innocenti Evasioni, via della Bindellina, Mil.

6 marzo

n.d.

Favia,

Gatti,

Ferrari

n..d.

n.d.

n.d.

Aghim Muka

Zipoli,

Cesari De Maria, Trentini

Trittico, in 3 tele

Ricordo preistorico

Orti di Leonardo (?) d.c.

n.d.

Adriana Chiari

Almerigogna, Fossati,

De Francisco

Mostra fotografica India-Italia

Consumismo…

n.d. (Indian Curry House (?) e rist. italiano)

maggio.

Giovanni Canu

Piga Serra ,

Pisacane

Soavi

Pistizone,

rappresentazione in argilla espansa

Collio,

Milano

maggio

Carmine Caputo di Roccanova

Patetta,

Barbera,

Scopinich

Composizione cromatica futurista

Lacerba,

Milano

20 febbraio

Luca Rendina

Mandelli,

D'Aquino,

Mancini, Cavallotti

Oliera,

composizione

Ape Piera

Milano

13 marzo

Stefano Soddu

Sorrentino,

Pascarelli, Regazzoni

Contenitore con ghiaccio e sale e pigmenti

Isola,

via Novara, Milano

3 aprile

topylabris

Barbieri Hermitte, Lo Scalzo

Romano

"Pacco d'artista…"

Il Visconte -

Gudo Visconti

25 febbraio

Guido Bertuzzi

Saini,

Minghetti, Delmatti

Disegno su carta

"Museo"

Antica Osteria di San Galdino -

Zelo Surrigone

 

9 aprile

 

Lettera agli accademici e agli amici di Arte da Mangiare15 Dicembre 2003Prima di tutto una brutta notizia: ieri e' mancato senza cessare di sperare anche per un solo momento verso un ricupero di resistenza al male del secolo l'amico Dr. Guido Gianni, Delegato di Arezzo, ex Presidente del Consiglio scientifico dell'Accademia.Guido resta idealmente con noi, amico dell'arte, regista estroso e contemporaneamente rispettoso della storia della gastronomia in ogni sua manifestazione. Era un sincero amico della nostra delegazione. Guido sarebbe felice di partecipare con noi a questa manifestazione di arte, accademia e amicizia. Vittoria, sua moglie, sara altrettanto felice che dedichiamo alla sua memoria questa edizione. Il tema e' "CONSERVAZIONE". Nel nostro caso sarà accoppiata a "MEMORIA".Abbinamento di artisti con accademici (dal gennaio 2003)Cari amici accademici,anticipo solo via e-m il programma di accoppiamento tra artisti e accademici per il Piatto d'Arte 2003, con riferimentop all'anticipo di informazione fattovi finora.A - Il protagonista è l'artista, con la presentazione agli accademici del suo gruppo della sua creazione. Il tema attorno a cui egli-ella si manifesta è quello della "CONSERVAZIONE". Il suo messaggio e la descrizione sono allegati. Gli artisti sono felici di confermare il gruppo di lavoro dell'anno scorso ovunque sia possibile che è riportato in sequenza. I nuovi conosceranno gli accoppiamenti di nome non appena rientrerò dalla Francia ai primi di gennaio e voi stessi mi comunicherete con questo mezzo la vostra adesione...Ritengo opportuno portare almeno a 3 gli accademici in accostamento a ogni gruppo. B - Ciascun gruppo si riunirà per prendere visione dell'opera entro il mese di gennaio.Dalla visione dell'opera gli accademici sceglieranno una ricetta di riferimento che esprima in termini gastronimici le impressioni e le emozioni destate dall'opera artistica, ne farete una sintetica descrizione e me la comunicherete. C - Il gruppo di lavoro sceglierà il maestro di cucina capace di realizzare la ricetta rappresentativa delle vostre emozioni, sceglierete il protagonista per la sua realizzazione e il locale presso cui esporre per almeno un mese l'opera d'arte e disponibile all'inserimento della ricetta-pietanza nel menu del periodo.D - Ogni gruppo di lavoro programmerà una conviviale di riferimento in uno dei mesi da febbraio a maggio in modo da non avere più di due-tre conviviali al mese a cui invitare la delegazione a una partecipazione di festeggiamento, programmata, senza l'affollamento di conviviali dello scorso anno.Penso che quest'anno si possa procedere con soddisfazione di ciascun gruppo che potrà vedere una partecipazione più estesa e visibile alla serata di riferimento.Oggi, domenica 15 dicembre, con preghiera di diffondere il messaggio.Enzo Lo ScalzoPS - N.B1 - Per facilitare i compiti vi prego di stampare questa comunicazione e di renderla nota ai vostri amici nella delegazione prima di Natale.2 - Per non sovrapporre le conviviali, vi invito a scegliere il mese delle conviviali e il ristorante comunicandolo al delegato per la sua definizione e conferma.3 - Segnalatemi ogni osservazione per un miglioramento del progetto prima di Natale…
   
Articolo pubblicato venerdì 7 febbraio 2003 da Elzo Lo Scalzo.
archivio articoli
in questa sezione:
libri consigliati:
Flos Olei 2012 Marco Oreggia, Flos Olei 2012
Share |

oliopepesale |  home |  blog