ayurveda

Premessa: questa pagina vuole affrontare in maniera semplice i principi fondamentali dell'Ayurveda dal punto di vista del mangiare. Non vuole e non deve essere considerata un consiglio medico.

L'ayurveda, scienza della vita (dal sanscrito "Ayur, Ayus" vita e "Veda" scienza, sapere completo), è la base della medicina tradizionale nata in India, ma di lì diffusa al di fuori del sub-continente indiano. In senso più stretto è il ramo della scienza vedica che si occupa della salute e della cura delle malattie studiando la natura, l'origine, lo scopo e le leggi della vita considerando l'uomo un'unità indivisibile di corpo, spirito, comportamento e ambiente.

La pratica della medicina ayurvedica si è oggi affiancata in India alle medicine allopatiche (in pratica la medicina che noi conosciamo, con il suo processo causale di malattia - diagnosi - terapia). La medicina occidentale ha raggiunto risultati sorprendenti nella cura di patologie acute, pensiamo solo all'uso di antibiotici nelle malattie di origine batterica, ma in un contesto dove la vita dura sempre più a lungo, a volte si trova in difficoltà nell'affrontare le malattie da "lifestyle": pensiamo all'alta pressione, al diabete, all'artrite.

La vera origine di queste malattie - ci dice il Dr. Arjun Rajagopalan:

"non è esattamente conosciuta, non c'è un singolo agente come un batterio o un virus. I sistemi di medicina tradizionale hanno sempre visto l'uomo come un "ecosistema" e la malattia come qualcosa che destabilizza questo ecosistema. Allora le raccomandazioni di un medico che pratica sistemi olistici normalmente conterranno anche consigli su dieta, esercizio e pratiche di benessere, senza enfasi eccessiva su un solo farmaco o medicinale".

L'arte fondamentale dell'ayurveda consiste nel ripristinare e mantenere un'armoniosa integrità tra corpo, mente e anima. Alla sua base ci sono tre principi fondamentali, chiamati dosha.

dosha

Secondo l'ayurveda uomo e natura sono regolati da tre principi universali, Vata, Pitta e Kapha. Sono tre forze psicosomatiche che controllano, da bioregolatori, le funzioni del corpo e dello spirito. Insieme, i tre dosha governano i processi fisiologici del catabolismo (Vata), metabolismo (Pitta) e anabolismo (Kapha).

Vata, "ciò che si muove", è costituito dagli elementi Spazio (akasha) e Aria (vayu). Sovrintende a

"molteplici sfere, come i sensi e il sistema nervoso, la lingua, il ritmo del respiro, il cuore e la circolazione, i movimenti peristaltici dello stomaco e dell'intestino, i processi escretori dei reni, dell'intestino e della pelle e, naturalmente, a ogni altro movimento dell'organismo, compresa la microcircolazione, quindi lo scambio di sostanze nutritizie tra tessuti e cellule"

Pitta, "ciò che produce calore", è costituito dagli elementi Fuoco (tejas) e in misura minore Acqua (jale).

"Sovraintende al metabolismo e di conseguenza è responsabile delle attività digestive e metaboliche. Inoltre regola la temperatura del corpo. A livello spirituale Pitta controlla le facoltà intellettive e la capacità di esprimere le emozioni"

. Kapha, "ciò che unisce", è costituito da Terra (prithvi) e Acqua (jale).

"Conferisce al corpo forma, struttura e figura, fornisce la forza biologica e garantisce stabilità e coesione. È anche responsabile del bilancio idrico dell'organismo"

"Nel cervello Kapha è responsabile della percezione sensoriale e della sua elaborazione in esperienza, del movimento dei pensieri, dalla memoria alla coscienza e da questa alla memoria."

La cucina ayurvedica gioca sul bilanciamento di questi principi secondo il principio della contrapposizione degli opposti: il cibo da mangiare per contrastare un eccesso di pitta dev'essere "rinfrescante" per esempio asparagi, zucchini, cocco, lenticchie, latte intero. Per bilanciare kapha ci vorranno cibi pungenti, amari ed astringenti, e così via.

bibliografia

India
in questa sezione: pagine correlate:
libri consigliati: Amadea Morningstar, Ayurvedic Cooking for Westerners: Familiar Western Food Prepared with Ayurvedic Principle Amadea Morningstar, Ayurvedic Cooking for Westerners: Familiar Western Food Prepared with Ayurvedic Principle

Flos Olei 2012 Marco Oreggia, Flos Olei 2012
Share |

semi di cardamomo semi di cardamomo

oliopepesale |  home |  blog