patate in tecia

Gustoso contorno di cucina triestina in una facile ricetta.

patate in teciacontorno di cucina
origine: Italia (Friuli Venezia Giulia)
ricetta molto facile
adatta ai vegetariani: no
tempo di preparazione: 10m
tempo di cottura: 15m
tempo totale: 25m

ingredienti per 6 porzioni:

  • 750 g di patate a pasta gialla
  • 50 g di strutto o olio
  • 50 g di guanciale di maiale (opzionale)
  • 1 piccola cipolla
Preparazione:

Fate bollire le patate in acqua salata; nel frattempo fate rosolare in padella la cipolla tritata con lo strutto (versione tradizionale) oppure con l'olio (versione moderna); potete anche utilizzare olio ed un po' di guanciale se non avete lo strutto ma volete un gusto più ricco.

Versate le patate spelate e affettate nel soffritto. Qui comincia l'arte sottile della patata in tecia (= in tegame): le patate devono attaccare! Quindi niente teflon bensì ferro o alluminio. Man mano che si forma la crosticina sul fondo, staccatela raschiando con la paletta di legno e rimestate, permettendo ad altre patate di abbrustolirsi. Vi basteranno cinque minuti. Le patate non devono diventare secche, se vi sembra che stiano un po' avvizzendo aggiungete del brodo (ne avete un po' in frigo avanzato dall'ultimo bollito? No? Evitate il brodo di dado, meglio dell'acqua e basta).

Ricetta inviata da famiglia Almerigogna

commenti

Ci sono 6 commenti con una valutazione media di 4.3 su 5:

Sergio, giovedì 17 gennaio 2013 ha scritto:
e mettere le patate a crudo???? ricetta vecchia maniera e più tempo di cottura

valutazione: 3 su 5


ary, martedì 7 febbraio 2012 ha scritto:
buonissime, magari con aglio, pancetta e radicchio spadone rosso, e forse prosciutto crudo, gnam

valutazione: 5 su 5


graziano, lunedì 2 gennaio 2012 ha scritto:
molto bene

valutazione: 4 su 5


mario, sabato 31 dicembre 2011 ha scritto:
bontà assoluta

valutazione: 5 su 5


bontà divicina, venerdì 5 agosto 2011 ha scritto:
una volta le ho provate ed erano superlative

valutazione: 5 su 5


anonimo, domenica 31 luglio 2011 ha scritto:
You've got it in one. Couldn't have put it better.

valutazione: 4 su 5


mostra il modulo per lasciare il tuo commento


clicca e seguici su
oliopepesale su Facebook
libri consigliati:
Flos Olei 2012 Marco Oreggia, Flos Olei 2012
Share |

oliopepesale |  home |  blog